“Da Caporetto al Piave per servire l’Italia ora come allora”.

Bepi De Marzi e i suoi Crodaioli a Como e nella nostra sede

Ancora una volta la nostra città ha potuto ascoltare la musica e la poesia di Bepi De Marzi che, con i suoi Crodaioli, hanno offerto una serata indimenticabile nella Basilica di S. Fedele a Como ripetendo quella del 4 dicembre 2010 in occasione della chiusura dei festeggiamenti del 90° della nostra sezione. Il concerto , tenuto il 17 novembre , voleva invece chiudere le Celebrazioni del Centenario della Grande Guerra. Guerra che ha lacerato la Terra dove Bepi è nato e vissuto , che ama profondamente.  
Direttore unico per un coro unico come i Crodaioli ha saputo, partendo dalla tradizione del canto corale della montagna, trasformarlo in una poesia sublime. L’ amore della propria terra si fonde con le tradizioni della famiglia ma , nel contempo, la sua musica canta le tragedie umane ma sempre con infinita speranza.
Raccontando di boschi distrutti delle recenti calamità , di Mozart, passando a Rigoni Stern suo grande amico , dei bambini migranti , ritornando alla sua infanzia,  Bepi ti trasposta con la sua voce lieve e ti racconta la vita.
Il concerto è stato impreziosito dalla presenza del gruppo vocale Famiglia Sala, albatesi, che si è esibita sia con canti di Bepi che con un repertorio classico.
Il finale non poteva che essere “Signore delle Cime” scritto da Bepi , cantato da tutti i presenti e accompagnato all’ organo da Pedretti Piergiorgio nostro socio.

Per il nostro gruppo è stata l’ occasione per ospitare i Crodaioli per la seconda volta presso la nostra sede per una cena dopo il concerto.

Clicca sulla foto per vedere la galleria

Vedi la galleria foto su Alpinicomo